Vai alla barra degli strumenti
LA MIGLIORE SCOPATA- PARTE 3
LA MIGLIORE SCOPATA- PARTE 3

LA MIGLIORE SCOPATA- PARTE 3

I tuoi seni nudi, schiavi e privi della mia saliva calda, cosa pensi quando ti fai scopare, cosa pensi quando la lingua che ti lecca la fica non puo essere la mia, cosa pensi quando dai in affitto il tuo corpo, lasciando nudo il cuore. Spogliati adesso che le stelle fanno un po di luce, dai fammi vedere i capezzoli, voglio vederli, sogno di poterli toccare e , mollare ogni pretesto per non poterti amare. Non mi baciare, lasciati scopare per potermi sfogare, lasciami giocare con il tuo corpo, senti la passione che brucia come la lava, fermarmi non ti è possibile, ci spogliamo nudi e, carne con carne, ti toglie ogni VERGOGNA E PAURA. La tua fica è come il mare caldo, ti abbraccia e ti lascia senza fiato, una fica cosi, la sogni per tutto il resto della tua vita. Sei bagnata, la tua passera non le vuole ma, mi lascia strada, la lingua che ti scopa, lentamente in senso orario accarezza il clitoride, un giro pazzo che si accosta al movimento del corpo, io lo seguo e, le tue gambe che si chiudono sempre di piu, ti chiudi con la mia faccia dentro, spasmi e godi, mi fermo e ti guardo contorcere, ti aggrappi alle lenzuola fresche, che con il vento della notte, sono piu fredde. La tua fica è inerme, si contrae, si chiude e si apre, la tua fica è la migliore fica, la tua fica è intenzionalmente mia, menti ad altri per vergogna che sia io, a conoscerti meglio di tutti. I corpi si muovono come animali che non riescono a scappare tanto lontano per potersi salvare. Prendi in bocca il mio cazzo, mi fai un pompino che difficilmente puoi dimenticare, o eliminare dalla mente, la tua bocca è nata per questo, non importa se non sei brava, ma solo a vederti, potrei sborrare ogni cinque minuti. La tua mano ben curata che mi sega mentre mi spompini, la saliva bollente, la lingua che fa spazio per poterlo prendere tutto, lo lecchi come lo sai gia che poi dopo non lo leccherai piu cosi, sei come ti ho sempre sognato ma, forse mai DESIDERATO. Succhialo, brava, fammi vedere quanti ne hai succhiati prima del mio, mostrami la tua naturale passione, non ti VERGOGNARE. Ti penetro la fica, di fianco, a cucchiaio, voglio toccarti i seni mentre ti scopo, voglio stringerli, li voglio tra le mie mani e, poi come quella volta, accarezzare i capelli. Non trovo perverso il fatto di desiderarti come si desidera il respiro, ti scopo lentamente, profondamente, lo senti tutto dentro di te, tu sei ferma, io mi muovo, ma non baciarmi, non ti permetto di allontanarti. Quando lo spingo tutto dentro, il mondo si ferma, quello che sono io in quel momento, lo dimentico e, mi pento. Dentro e fuori, fuori e dentro, come anche tu lo hai sempre sognato, nel tuo sporco momento di un ditaliano incredibilmente intenso. Sto per sborrare, lo voglio fare dentro, ti stringo piu forte e, mentre sborro, ti mordo il collo, per contenere le forti urla che mi escono senza poterle controllare. Sborro tanto, sperma bollente e caldo, dentro la tua fica, consumata e rovinata, la fica che vorrei mangiare. Sicuramente LA MIGLIORE SCOPATA DELLA MIA VITA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: